mercoledì 14 marzo 2018

Curiosità - La storia di Ryan Arcand.





Con il mio post voglio portarvi un pò distanti da qui, in Canada a conoscere la storia di Ryan Arcand. Ryan vive in Canada ad Edmonton ed è uno dei tanti senzatetto che vive nell'oscurità e nell'indifferenza di una città che gli scorre intorno. Ha 46 anni, all'età di 4 anni fu tolto alla sua famiglia dai servizi sociali per poi vivere con delle famiglie in affido. Proprio in una di queste scopre il suo amore più grande quello che lui definisce un amore a prima vista, il pianoforte. Passa le sue giornate a suonare e replicare canzoni mentre cresce e la sua vita prende una piega sbagliata, incontra lungo la sua strada la piaga dell'alcol e finisce più volte in prigione, da ormai quasi vent'anni vive in strada. Tre anni fa viene ripreso per caso da Roslyn Polard mentre suona una sua composizione su un pianoforte in strada nella Piazza Sir Winston Churchill di Edmonton. Sembra che in questa città alcuni pianoforti sono liberi di essere suonati in strada. Polard rimane colpita dalla dolcezza di questa melodia e pubblica il video su youtube dove in 24 ore raggiunge le 800.000 visualizzazioni. Da quel momento la CBC News si mette letteralmente sulle sue tracce per strappargli un'intervista. La ricerca non fu complicata Ryan era tranquillamente seduto sulle scale di una chiesa di Edmonton tra le sue bottiglie vuote. La troupe della CBC lo accompagna all'interno della chiesa dove si trova un pianoforte "Steinway Grand" Ryan commosso si ritrova a suonare la canzone che ha conquistato il web "The Beginning". Da quel momento Ryan diventa famoso nel web, escono infinite cover e spartiti della sua canzone ma purtroppo le sue abitudini non cambiano, è difficile rimettersi in carreggiata dopo anni di vita nelle strade, come è altrettanto difficile staccarsi dall'alcol. Dopo ulteriori tre mesi di carcere, di recente ha accettato la proposta di vivere ad Ambrose Place, un complesso di appartamenti destinati ai senzatetto più difficili da gestire, la struttura ha aperto dopo anni di opposizione da parte della comunità locale. Ryan è fortunato all'interno vi è un pianoforte dove trascorre le sue giornate ad incantare tutti ed è seguito in un percorso di recupero. Sta anche provando ad abituarsi alla grande attenzione che ha generato con la sua musica e continua a comporre canzoni ispirate a chi ha vissuto o ancora vive nelle strade. "L'unica cosa che avevo nella mia vita era questo" dice Ryan ora indicando il pianoforte davanti a se. "Apre la porta per le persone e le emozioni.La Musica può portarti ovunque ... È sempre lì. Rimane con te ovunque tu vada. Non ti lascia mai." Ciao Ryan buona vita...riporto un'emozionante dichiarazione di Ezio Bosso "La musica ci insegna soprattutto ad ascoltare".



primo video
https://www.youtube.com/watch?v=aTsMTIofG2Q

secondo video in chiesa
https://www.youtube.com/watch?v=pd_Hzg0nR8g


ultimo video in Ambrose Place
https://www.youtube.com/watch?v=gZZ1EvqOP34

Un caro saluto Pooka

9 commenti:

Mirtillo14 ha detto...

Una storia interessante, come la musica possa fare del bene sempre ..un saluto.

Francesca A. Vanni ha detto...

Bellissima storia, molto profonda e commovente.
Grazie del post, vi abbraccio!

Enrico zio ha detto...

Storia molto interessante. C'è solo da sperare in un suo "recupero" che gli permetta di vivere dignitosamente incantando con la sua musica.
Felice giornata, un abbraccio
enrico

Fioredicollina ha detto...

Per fortuna la musica é di tutti e x tutti ...bella l idea di pianoforti lasciati a disposizione ....bella questa composizione e i video. Grazie x averci fatto conoscere la storia di qst uomo .

Arwen Elfa ha detto...

Bel post e storia davvero interessante. Ho sempre detto che la musica è vita !
Altro che fare del bene, la musica può guarire uno spirito ferito, fisicamente ed emotivamente.
Ha un grande potere.
E' tanto che non passavo, un saluto cara e migliore fine settimana in arrivo

ricciolinoblog ha detto...

Storia interessante...non la conoscevo!

Le Ghirlande ha detto...

Che storia, la vita è così complicata a volte.
Grazie per la condivisione, spero che questa persona possa avere qualche guadagno dal web.
Un caro saluto...
Maris

Federica R ha detto...

Una storia emozionante...speriamo che possa recuperare le redini della propria vita!

Luisa Napolitano ha detto...

non la conoscevo... è toccante comunque