mercoledì 21 dicembre 2016

Il Natale al di fuori del cristianesimo


Nel corso dell'ultimo secolo, con il progressivo secolarizzarsi dell'Occidente, e in particolar modo dell'Europa Settentrionale, il Natale ha continuato a rappresentare un giorno di festa anche per i non cristiani, assumendo significati diversi da quello religioso. In questo ambito, il Natale è generalmente vissuto come festa legata alla famiglia, alla solidarietà, allo scambio di regali e alla figura di Babbo Natale.
Al tempo stesso la festa del Natale, con connotazioni di tipo secolare-culturale, ha conosciuto una crescente diffusione in molte aree del mondo, estendendosi anche in Paesi dove i cristiani sono piccole minoranze, come in India, Pakistan, Cina, Taiwan, Giappone e Malesia.
Al di fuori del suo significato religioso, il Natale ha inoltre assunto nell'ultimo secolo una significativa rilevanza in termini commerciali ed economici, legata all'usanza dello scambio di doni. A titolo di esempio, negli Stati Uniti è stato stimato che circa un quarto di tutta la spesa personale venga effettuata nel periodo natalizio. Fonte presa da Wikipedia

2 commenti:

Tomaso ha detto...

Cara Shane, è interessante leggere che cosa è il natale fuori del cristianesimo, qui comprendiamo molte cose, il Natale sa solo portare tanta pace e serenità basta seguire il nostro cuore e tutto sarà più facile.
Ciao e buona giornata cara amica con un forte abbraccio.
Tomaso

Fioredicollina ha detto...

ecco....diciamo che cosi è una festa ...pagana se cosi si puo' definire o meglio, del consumo, del commercio, dei regali....va beh....mi consolo con una fetta di panettone dai... ;-)

Posta un commento

Grazie! Shane