martedì 20 dicembre 2016

Il Natale nella tradizione cristiana



Nella tradizione cristiana, il Natale celebra la nascita di Gesù a Betlemme da Maria. Il racconto ci è pervenuto attraverso i vangeli secondo Luca e Matteo, che narrano l'annuncio dell'angelo Gabriele, la deposizione nella mangiatoia, l'adorazione dei pastori, la visita dei magi. Alcuni aspetti devozionali (la grotta, il bue e l'asino, i nomi dei Magi) risalgono invece a tradizioni successive e a racconti presenti in vangeli apocrifi.
Il significato cristiano della festa risiede nella celebrazione della presenza di Dio. Con la nascita di Gesù, Dio per i cristiani non è più infatti un Dio distante, che si può solo intuire da lontano, ma è un Dio che si rivela ed entra nel mondo per rimanervi fino alla fine dei tempi.
Per quanto riguarda la liturgia, nella Chiesa latina il giorno di Natale è caratterizzato da quattro messe:
la vespertina della vigilia; ad noctem (cioè la messa della notte); in aurora; in die (nel giorno).
Come tutte le solennità, il Natale ha una durata maggiore rispetto agli altri giorni del calendario liturgico e inizia infatti con i vespri della vigilia: il tempo liturgico del Natale si conta a partire dai primi vespri del 24 dicembre, per terminare con la domenica del Battesimo di Gesù, mentre il periodo precedente al Natale comprende le domeniche di Avvento.
Fonte presa da Wikipedia.

3 commenti:

Mirtillo14 ha detto...

Cara Shane, ti lascio i miei auguri per Natale, trascorri serenamente questi giorni di festa, con le persone che ami. Un saluto

Fioredicollina ha detto...

interessante post anche se io vivo il Natale in modo molto 'ateo' diciamo....ciao cara

Tomaso ha detto...

Cara Shane, il Natale è una festa per tutti!!! lui solo sa portare la pace e la serenità,
che tutti noi desideriamo con la speranza che arrivi davvero.
Ciao e buona serata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
Tomaso

Posta un commento

Grazie! Shane